Home > Una notte in Italia

una notte in italia

In programma dal 29 luglio al 17 giugno 2016 - isola di Tavolara.

Il festival, la sua storia

Il festival Una notte in Italia, nato nel 1991 da un gruppo di amici innamorati dell’isola di Tavolara e del cinema, ha seguito da vicino per anni la produzione e le vicende del cinema italiano, coinvolgendo nel suo svolgimento autori e interpreti. Il festival ha sempre mantenuto le stesse prerogative: tanto cinema italiano, la stessa cornice inimitabile e la voglia di affermare che anche un bene ambientale d’inestimabile valore come l’isola di Tavolara possa essere fruito con proposte intelligenti che coniughino alla perfezione tutela paesaggistica e turismo. E, in più, uno spazio tradizionalmente dedicato al cinema sardo e in particolare ai giovani registi o a opere signifi cative del panorama regionale. L’attività del festival ha sempre posto l’accento sulla valorizzazione ambientale dell’isola e ha aiutato la costituzione di una riserva marina protetta di recente istituzione. Nello sviluppo del suo corso, Una notte in Italia si è arricchito con un nutrito programma di attività collaterali e ha mantenuto fede sempre alla prerogativa di grande evento popolare, nel corso del quale pubblico e addetti ai lavori si incontrano nella stessa barca e nella stessa platea. Si è anche dilatata la portata territoriale dello stesso che ora vede coinvolti tre comuni, Olbia, Porto San Paolo, San Teodoro, nonché enti come l’Area marina protetta di Tavolara – Punta Coda Cavallo, il Centro Cinema Città di Cesena e Confi ndustria Nord Sardegna. Il festival è anche accreditato presso le università di Bologna e Sassari per la realizzazione di tirocini. La dimensione raggiunta da Una notte in Italia, la sua credibilità a livello nazionale e la qualità dei giornalisti e degli addetti ai lavori coinvolti ne fanno uno dei festival che vantano più presenze sui media nazionali, tra quelli svolti in Sardegna, e una vera e propria risorsa economica per il territorio. www.cinematavolara.it



Se, come me, siete stati invitati qui a presentare il vostro film, dopo solo qualche ora dall’arrivo comincerete a pensare ossessivamente a come fare per poter essere invitati di nuovo. E vi troverete a raccontare a Piera Detassis meraviglie del vostro prossimo film (che invece è ancora totalmente nella mente di Dio) sperando che le scappi un “potresti venire a presentarlo qui, allora” (offerta che purtroppo non è affatto detto che arrivi). Nel momento in cui, per la prima volta, salirete sulla barca che vi porta verso lo schermo che svetta praticamente in mezzo al mare, proverete un’emozione molto forte: state viaggiando non per vedere un posto, non per andare a visitare qualcuno, non per raggiungere un amante. State attraversando il mare per vedere un film. La cosa vi parrà bella e vi colpirà al cuore. Bisogna fare molta attenzione a non prendere cattive abitudini che dal festival di Tavolara possono essere indotte. Per esempio, una volta ritornati in un qualsiasi cinema di città, mentre vedrete un film rischierete nella sala di sollevare lo sguardo al soffitto, cercando di vedere il cielo, o di affinare le orecchie per sentire il rumore del mare in sottofondo. Il pubblico di Tavolara è un pubblico a parte, di quelli che vorrete portarvi in giro nei mesi a venire. Li vedete lì, nel cuore della notte, avvolti in sciarponi se tira vento, magari anche affamati, che non si fanno distogliere per nessun motivo dal film che stanno vedendo. Se fate cinema, avrete la forte tentazione di raccogliere i numeri di cellulare di ciascuno di loro per poterli coinvolgere nelle future proiezioni dei vostri film. Ivan Cotroneo

Cartella stampa | Programma

Gianni Amelio * Claudio Amendola * Luca Argentero * Alessandro Baricco * Giuseppe Battiston * Fabrizio Bentivoglio * Claudio Bisio * Donatella Botti * Raul Bova * Fausto Brizzi * Margherita Buy * Victoria Cabello * Gianfranco Cabiddu * Paolo Calabresi * Cristiana Capotondi * Antonio Catania * Laura Chiatti * Gianni Cinelli * Giovanni Columbu * Ivan Cotroneo * Carolina Crescentini * Emanuele Crialese * Geppi Cucciari * Maria Grazia Cucinotta * Francesca Cuttica * Alessandro D’Alatri * Antonella Decarolis * Giorgio Diritti * Pierfrancesco Favino * Davide Ferrario * Camilla Filippi * Donatella Finocchiaro * Beppe Fiorello * Iaia Forte * Ivano Fossati * Alessandro Gassman * Massimo Ghini * Marco Giallini * Valeria Golino * Antonello Grimaldi * Leo Gullotta * Caterina Guzzanti * Sabrina Impacciatore * Valerio Jalongo * Nastassja Kinski * Gianfrancesco Lazotti * Luciano Ligabue * Daniele Luchetti * Antonio Manetti * Cristina Marchetti * Peter Marcias * Neri Marcorè * Ivano Marescotti * Valerio Mastandrea * Carlo Mazzacurati * Andreas Mercante * Salvatore Mereu * Valerio Mieli * Paola Minaccioni * Nanni Moretti * Gabriele Muccino * Silvio Muccino * Francesca Neri * Maurizio Nichetti * Silvio Orlando * Ferzan Ozpetek * Rocco Papaleo * Giorgio Pasotti * Enrico Pau * Lucio Pellegrini * Giuseppe Piccioni * Enrico Pitzianti * Alessandro Piva * Simone Pontesilli * Marco Porro * Domenico Procacci * Isabella Ragonese * Luisa Ranieri * Rolando Ravello * Stefania Rocca * Alessandro Roja * Nicoletta Romanoff * Kim Rossi Stuart * Sergio Rubini * Gabriele Salvatores * Maya Sansa * Claudio Santamaria * Riccardo Scamarcio * Filippo Scicchitano * Fabrice Scott * Kasia Smutniak * Valeria Solarino * Silvio Soldini * Paolo Sorrentino * Martina Stella * Marisole Tognazzi * Jasmine Trinca * Michele Truglio * Nicolas Vaporidis * Carlo Verdone * Sandro Veronesi * Giovanni Veronesi * Paolo Virzì * Giorgia Wurth * Luca Zingaretti


(Il nuovo cinema italiano a Tavolara International Short Film Festival)
Luogo: Olbia San Teodoro, Porto San Paolo, Isola di Tavolara
Promosso e organizzato da: Associazione Argonauti
Direzione artistica: Piera Detassis
Direzione organizzativa: Marco Navone, Emanuele Degortes
Gestione amministrativa: Studio Navone Olbia
Area tecnica: Giovanni Ambrosino, Manuel Spano, Luciano Lombardo, Stefano Navone
Assistenza alla direzione artistica: Viviana Gandini, Claudia Panzica
Pubbliche relazioni: Viviana Gandini
Comunicazione, Ufficio stampa e rapporto con i Media: Argonauti Comunicazione
Curatore delle mostre: Antonio Maraldi
Conduttori Festival: Stefania Berbenni, Geppi Cucciari, Piera Detassis, Neri Marcorè, Marco Navone
Backstage photo: Alberto Novelli, Antonio Satta, Mary Addary
Coordinamento tecnico video: Antonello Pulito
Allestimento e scenografie: Argonauti Allestimenti, Altergrafica
Scuola di cinema per ragazzi: Alberto Vezzoni
Hanno collaborato: Augusto Navone, Giuseppe Meloni, Paolo Dalla Mora, Paride Vitale, Stefano Tei, Cristiana Marchetti, Elena Cicciu, Andrea Bocchiola, Giansimone Masia, Eugenio Basolu, Giuseppe Budroni, Tomaso e Gabriele Lombardo, Franco Pinna, Manuel Spano, Gianni Rimondi, Pasquale Derudas, Gianni Fasciolo, Salvatore Vitale, Pier Panzalis, Gavino Canu, Tonino Bertoleoni e la sua famiglia, Luciano e Valeria Rocco, Michele Chinelli, Olivia Navone, Marina Giua, Norma Vadori, i gruppi di protezione civile Gaia, Forza Paris, Arpans, Falchi di Gallura, Nello e Luciano Lombardo della Park e i loro collaboratori, Luca Fischetti, Gioele Puggioni, Riccardo Pirina, Lucia Cardone, Francesca Vargiu, Luisa Cutzu, Antonella Corbeddu, Roberto Gattu, Antonio Columbano, Piero Mura, Tamara Manca, Luciano Bisogni, Pietro Navone, Lorenzo Pinducciu, Alessandro Casella, Antonio Granara, Mariella Olivieri, Jimmy Bracco, Giovanna Avellino.